Progetto

Com4AgriPlant

Comics for Promoting Plant-Based Agricolture

Data

Dal 1 Dicembre 2022

Ente finanziatore

Erasmus+ KA220-ADU - Cooperation partnerships in adult education

Sito web

https://comics4agriculture.eu

Contatta la persona responsabile

Alejandra Infante Velado
Com4AgriPlant mira a contribuire alla mitigazione dell'ambiente e dei cambiamenti climatici attraverso l'aumento della produzione e del consumo di alimenti a base vegetale, il tutto sviluppando una metodologia e strumenti di apprendimento innovativi utilizzando fumetti per adulti. Il progetto risponde alla mancanza di opportunità di promozione e apprendimento permanente, alla mancanza di competenze in materia di sostenibilità di diversi educatori per adulti e alla mancanza di conoscenza dei benefici della produzione e del consumo a base vegetale da parte dei produttori e dei consumatori.

Beneficiari

  • Educatori/formatori per adulti presso organizzazioni di educazione degli adulti, che lavorano con consumatori e produttori agricoli
  • Consulenti presso agenzie di sviluppo locali/regionali, che lavorano con consumatori e produttori agricoli
  • Consulenti agricoli presso servizi di consulenza agricola, lavorando con consumatori e produttori agricoli
  • Docenti presso scuole agrarie (livello secondario/terziario), che lavorano con gli studenti di queste scuole.
  • Studenti adulti, come produttori e/o agricoltori e consumatori.

Obiettivi

  • Creare un percorso di apprendimento alternativo e aperto sulla produzione e il consumo agricolo a base vegetale utilizzando i fumetti.
  • Contribuire alla mitigazione dell’ambiente e dei cambiamenti climatici attraverso l’aumento della produzione e del consumo di alimenti a base vegetale.
  • Promuovere l’agricoltura e il consumo a base vegetale sviluppando una metodologia e strumenti di apprendimento innovativi per gli adulti sul tema dell’agricoltura e del consumo a base vegetale.

Azioni

  • Ricerca delle strategie promozionali esistenti e delle opportunità di apprendimento permanente sull’agricoltura e il consumo a base vegetale, a livello locale, nazionale e comunitario.
  • Sviluppo di una metodologia di apprendimento e di un kit di strumenti innovativi per la promozione della produzione e del consumo a base vegetale, basati sui fumetti come strumenti di apprendimento innovativi per gli adulti.
  • Sviluppo e sperimentazione di un corso di formazione innovativo per formatori, educatori e professionisti sulla produzione e il consumo a base vegetale.
  • Creazione di una piattaforma di e-learning con risorse e materiali sviluppati e disponibili gratuitamente.

Impatto

  • Oltre 50 metodologie e strumenti creati e caricati su piattaforma e-learning Com4AgriPlant.
  • Oltre 60 educatori/consulenti/docenti impegnati direttamente e oltre 200 educatori/consulenti/docenti impegnati indirettamente nel progetto.
  • Oltre 180 beneficiari finali.
  • Miglioramento delle competenze di sostenibilità, in particolare nell’agricoltura sostenibile e nel consumo alimentare di produttori e consumatori.
  • Conoscenze teoriche e pratiche avanzate per attività di insegnamento/formazione/consulenza per formatori, consulenti e docenti
  • Miglioramento dell’istruzione, della motivazione e della consulenza in materia di agricoltura sostenibile e consumo alimentare per formatori, consulenti e docenti.
  • Miglioramento delle conoscenze e delle competenze per decisioni informate sulla produzione e il consumo a base vegetale di produttori e consumatori.
  • Maggiore consapevolezza dell’importanza delle pratiche a base vegetale per l’ambiente e il cambiamento climatico.

Risultati

  • Ricerca di strategie promozionali e opportunità di apprendimento permanente sull’agricoltura vegetale
  • Com4AgriPlant Learning Methodology and Innovative Toolkit
  • Curriculum del corso di formazione Com4AgriPlant e materiale formativo
  • Piattaforma di e-learning Com4AgriPlant

Nr. Progetto

2022-1-SI01-KA220-ADU-000086746

Finanziato dall’Unione europea. Le opinioni espresse appartengono, tuttavia, al solo o ai soli autori e non riflettono necessariamente le opinioni dell’Unione europea o dell’Agenzia esecutiva europea per l’istruzione e la cultura (EACEA).
Né l’Unione europea né l’EACEA possono esserne ritenute responsabili.